• Emilio

SERGIÑO DEST - IL TERZINO DUTTILE E VELOCE

Il giovane classe 2000 dell'Ajax può giocare sia a destra che a sinistra, attirando su di se l'attenzione dei migliori club europei.



Nato ad Almere il 3 novembre del 2000, da madre olandese e padre americano, Sergiño Gianni Dest ha giocato fino al 2012 nel club della sua città natale, l’Almere City, dove veniva impiegato da sotto età. Nell’ottobre del 2011 è stato nominato talento del mese, attirando conseguentemente l’interesse dell’Utrecht e proprio dell’Ajax.

Quest’ultimi l’hanno seguito da vicino per 6 mesi, ma in quel periodo Dest ha avuto alcuni problemi fisici e così l’ingaggio saltò, con la promessa che il club ajacide l’avrebbe continuato a monitorare. L’Ajax mantenne la parola e dopo un anno portò Sergiño al De Toekomst.

All’età di dodici anni la vita di Dest cambia, i primi tempi non riesce ad emergere perché non ancora abbastanza forte fisicamente, ma negli anni seguenti cresce di alcuni centimetri.

Non è ancora il più alto, ma si sta sviluppando fisicamente e in questo modo riesce sempre più a ritagliarsi dello spazio con le squadre giovanili dell’Ajax.

Nel frattempo, Dest viene convocato per le prime volte con la nazionale Under 17 degli Stati Uniti (ora milita nell’U20), un’occasione importante per il ragazzo che giocando con le selezioni a “stelle e strisce” ha la possibilità di migliorare ulteriormente.

Nell’Academy dell’Ajax, Dest si distingue per la sua serietà e professionalità, qualità che lo portano a migliorare continuamente. Viene impiegato in tutti i ruoli delle fasce, da quelli difensivi, fino a quelli offensivi e le sue prestazioni sono sempre più che soddisfacenti.

In questa stagione, con l’U19 è stato rispostato in avanti (ruolo che aveva ricoperto in passato), in quanto nel ruolo di terzino destro gli viene preferito il più prestante Liam van Gelderen. Nel ruolo di ala sia destra, che sinistra, ha giocato delle ottime partite soprattutto in UYL, mentre con l’Ajax Under 21, in Keuken Kampioen Divisie, dove è stato impiegato 12 volte mettendo a segno 1 e 2 assist, è stato utilizzato da terzino destro. Per il momento, Sergiño Dest è alla prima stagione effettiva nel calcio dei grandi. Lo scorso anno, è stato un elemento imprescindibile prima dell’U19 e poi dell’Under 21 dell’Ajax. Da settembre, invece, è in pianta stabile in prima squadra. A diciannove anni, ha già giocato millequattrocentoquarantacinque minuti in Eredivisie, per un totale di venti presenze nel massimo campionato olandese. Nessuna rete segnata, ma cinque assist vincenti forniti ai compagni. Due reti, invece, sono arrivate nella Coppa d’Olanda, entrambe realizzate il 18 dicembre contro il Telstar. Nella coppa nazionale sono 4 le presenze complessive. Teng Haag lo ha schierato anche in Europa: ha esordito nella fase di qualificazione alla Champions League, poi ha preso parte a cinque gare su sei della fase a gironi. In primavera ha giocato entrambe le gare di Europa League contro il Getafe.

In nazionali ha militato nelle selezioni giovanili statunitensi grazie alle origini paterne. Nel 2018 con la Nazionale U-20 statunitense ha preso parte al Campionato nordamericano Under-20 2018.



DOTI ATLETICHE

Alto 1.70 per 62 kg Dest può creare la superiorità numerica, puntando in slancio i suoi avversari; la sua notevole velocità di base, rappresenta un grosso fastidio per le difese avversarie. Dotato di buona resistenza sa fare molto bene le due fasi rientrando sempre in posizione una volta terminata l'azione. Struttura fisica non molto sviluppata ma che non gli preclude di andare ad affrontare contrasti decisi con gli avversari. Fisicamente brevilineo, soffre naturalmente nel gioco aereo e, indubbiamente, ha bisogno di rafforzare con qualche muscolo in più la sua struttura corporea.


DOTI TECNICO TATTICHE

Sergiño Dest è un giocatore versatile che, come già detto, può essere considerato un jolly di fascia.

Impiegato nella posizione di terzino destro, interpreta il ruolo in modo molto offensivo, spingendo costantemente sulla corsia di competenza, garantendo qualità nelle giocate, essendo abile sia nel dribbling che nel cross.

Ha un buon calcio, sa farsi valere nell’uno contro uno e, soprattutto, ha spiccate doti aerobiche, che gli consentono di percorrere molti chilometri sulla fascia.

Sa disimpegnarsi bene sia negli spazi stretti, sfruttando la sua discreta tecnica di base, sia a campo aperto, dove può mettere in gioco la sua progressione palla al piede.


Esegue con efficacia movimenti palla al piede verso l'interno riuscendo ad arrivare in zona trequarti rendendosi pericoloso con passaggi filtranti per i compagni.

Abile nell'andare sul fondo con dribbling sul diretto avversario o con movimenti ad inserirsi per ricever palla. Sia crossare molto bene sia con palle alte tese, sia con palle basse tagliate.



Molte volte si fa vedere in area di rigore smarcandosi per ricever palla ed andare al tiro.



In fase di non possesso spesso va ad affrontare contrasti decisi ed efficaci sul suo diretto avversario.



Bravo nelle letture preventive esce in pressione alta sulla prima costruzione avversaria.


DOTI CARATTERIALI

Caratterialmente è un ragazzo serio e maturo, che in campo si sacrifica molto per la squadra, palesando anche una buona intelligenza tattica.

Etica del lavoro e maturità oltre la norma per un calciatore della sua età. “A volte vinci e a volte impari”, ha scritto su Instagram dopo il 2-2 contro il Lione nella scorsa edizione di Youth League. “Lavora così tanto, che esegue in continuazione programmi per la forza o per la velocità, oppure guarda video dei suoi avversari successivi – racconta Dave Van den Bergh, assistente delle selezioni giovanili degli Stati Uniti – È straordinario come prenda seriamente ogni aspetto del gioco; non si ferma alla pratica o ai novanta minuti di gioco. È davvero dedito al lavoro perché possa migliorarsi sempre di più”. E delle sue qualità umane parla anche Tab Ramos, suo ct in U20: “È un po’ introverso, ma è una bellissima persona e un buon compagno di squadra. È uno che pensa a dare più che a ricevere, che dà sempre il massimo. Ogni allenatore vorrebbe un calciatore così”.


VALUTAZIONI FINALI E DI PROSPETTIVA

Dest è un giocatore duttile potendo giocare sia a destra che a sinistra facendolo con una facilità disarmante. Tanta corsa e grinta che lo ha fatto diventare un titolare inamovibile nell'Ajax, società che lo ha acquistato da piccolo e fatto crescere fino a farlo diventare uno dei terzini più ambiti sul mercato. L'Ajax vorrebbe tenerlo ancora un anno ma diversi top club europei hanno già messo gli occhi sul talento statunitense. Prezzo fissato tra i 25 e i 30 milioni ma si prevede un'asta al rialzo per aggiudicarsi le gesta del giovane terzino classe 2000.


PUNTI DI FORZA

+ Velocità

+ Cross

+ Tecnica


PUNTI DEBOLI

+ Gioco aereo

+ Struttura fisica


VOTO: 7.5



551 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti